Posts Tagged 'standby'

I ragazzi che non spengono la luce

La metà dei giovani italiani non spegne la luce quando esce da una stanza. Lo ha accertato la prima indagine sulla percezione del problema dell’energia negli stili di vita quotidiani dei giovani promossa dal coordinamento Coldiretti Donne-Impresa.
Questo vuol dire che per molti l’uso di energia elettrica non viene percepito come consumo. E’ un gesto abituale, dato per scontato. La tv perennemente accesa in certe case, anche durante i pasti, viene vista come un fatto naturale, come l’acqua di un torrente che scorre (come osserva Michele Serra), senza minimamente avere coscienza delle conseguenze di un tale spreco (innanzitutto sul bilancio economico familiare!).
Si sa che in Europa ci sono 2 centrali elettriche in funzione esclusivamente per alimentare gli standby di televisori ed elettrodomestici, come ha ricordato anche Paolo Scaroni – AD dell’Eni – in una recente intervista.
Similmente: quante centrali in Europa sono in funzione per illuminare stanze vuote? A quanti MegaWatt ammonta lo spreco dei cittadini europei che non spengono la luce quando escono da una stanza?
Nell’intervista citata, Scaroni afferma che – solo per soddisfare l’incremento futuro della domanda – avremmo bisogno di costruire 70 centrali nucleari da qui al 2020. Scaroni definisce ciò “un’impresa disperata”.
Non sarebbe quindi meglio – prima di lanciarsi nella Mission Impossible nucleare – cercare di ridurre certe assurde forme di spreco di energia elettrica mediante iniziative di sensibilizzazione e una campagna informativa a tappeto? Avrebbe un costo inferiore di svariati ordini di grandezza rispetto alla costruzione di una settantina di centrali nucleari. Ripeto: svariati ordini di grandezza. E si avrebbero risultati nel giro di qualche mese, non di decenni.
Ma è così difficile educare i propri figli a fare attenzione a spegnere le luci?
Io una proposta ce l’avrei.
Fate presente al ragazzo che chi non spegne le luci quando esce da una stanza è una persona non al passo coi tempi: non si rende conto dei problemi contemporanei. In questo senso, erano di sicuro più moderni i suoi nonni. Quindi lui è un ANTICO.